Esercizio di composizione: Frame Within a Frame

Insegno a un corso di fotografia per bambini (età 11-15), e questa settimana abbiamo iniziato a parlare di composizione. Non ho bisogno di un tipo o di un livello specifico di fotocamera, quindi ho studenti che scattano con reflex digitali, così come studenti con semplici modelli point-&-shoot. A causa della vasta gamma di fotocamere, faccio questa classe un po ‘meno sul tecnico e un po’ di più su come vedono il mondo che li circonda. Mi sforzo di fare in modo che comprendano gli elementi di esposizione, i principi di illuminazione, e tutti gli altri aspetti del mestiere che entrano in gioco quando si preme il pulsante e catturare un momento nel tempo. Indipendentemente dalla marca e modello, però, l’unica cosa che tutti condividono è un mirino– una cornice in cui comporre e organizzare quei momenti nel tempo. Il modo in cui ognuno di questi giovani fotografi afferra i concetti e li applica alla propria visione del mondo è incredibilmente illuminante e divertente da guardare.

Quindi, in classe questa settimana ho spiegato che la composizione guida lo spettatore attraverso l’inquadratura e risponde alla domanda: “Cosa stai cercando di dire?”In altre parole–” Questo è il motivo per cui mi sono fermato e ho scattato questa foto.”Ora che sono armati di un altro set di fondamenti fotografici, sto dando loro una settimana o due per mettersi a proprio agio con fotografare lo stesso soggetto in modi diversi prima di dare loro uno dei miei compiti preferiti del semestre– “Una cornice all’interno di una cornice.”

Se la cornice è la tua finestra sul mondo, la composizione è dove la punti. L’esercizio FWAF li spinge fondamentalmente a trovare confini all’interno dei confini. Da un lato, sembra piuttosto restrittivo, e suppongo che possa essere. Il rovescio della medaglia, tuttavia, è che spingendoli a comporre entro certi confini ora aiuterà a scatenare vaste ondate di creatività in seguito. Dico loro ogni possibilità che ho che le regole della fotografia sono state fatte per essere infrante, ma prima devono sapere cosa sono. Parlando di regole, la sfida FWAF ha solo uno-nessun frame reali. Proprio così – non posare il soggetto nel mezzo di un campo di grano, lungo i binari della ferrovia, o qualsiasi altra impostazione eccessivamente cliché, mentre si tiene una grande cornice vuota di fronte a loro. Cerco, quando possibile, di riprendere i compiti che do ai miei studenti, e quasi tutte le immagini in questo articolo facevano parte degli esercizi Frame Within a Frame.

Uno dei miei scatti FWAF preferiti è stato uno di quegli incidenti felici in cui non ti rendi nemmeno conto di quello che hai finché non è spento dalla fotocamera e su uno schermo più grande. Sapevo che mama lion era stata abbastanza vicina, tenendo un occhio vigile su uno dei suoi cuccioli in crescita, ma non è stato fino a quando ho scaricato le immagini che mi sono reso conto di aver catturato il suo sguardo attento perfettamente incorniciato tra le due zampe anteriori di Junior.

Vedi dove sto andando con questo? Nessun fotogramma letterale è stato danneggiato nella creazione di queste foto. Tutto ciò che crea ulteriori confini all’interno delle immagini crea effettivamente una cornice aggiuntiva, che quindi indirizza l’attenzione dello spettatore molto più precisamente dove vuoi che vada.

Questa immagine successiva è un grande esempio, non solo di una cornice all’interno di una cornice, ma di ripetizione come interessante elemento compositivo. Un raccolto più stretto dell’artista al lavoro sarebbe andato bene, immagino. Saremmo in grado di fare alcune ipotesi su ciò che non è nella foto– vale a dire, il soggetto del suo pezzo. Includendolo nel mio sfondo, tuttavia, non solo ho creato la cornice aggiuntiva, ma ho anche guidato lo spettatore attraverso l’immagine da destra a sinistra, prendendo l’artista, la sua tela e la sua ispirazione.

Una volta che hai l’abitudine di cercare questi fotogrammi extra inizierai a notarli in tutti i tipi di posti. Questi pugili, per esempio, sono incorniciati perfettamente all’interno delle corde del ring. Come strumento compositivo, la cornice aggiunta non solo dirige l’attenzione dello spettatore, ma aiuta anche a ridurre al minimo gli elementi distraenti o non essenziali dalla foto.

Ovviamente, la cornice all’interno di una cornice è molto più interpretativa che letterale. Porte, finestre e specchi– elementi con linee chiaramente definite– possono creare grandi effetti, ma mi piace vedere cosa fanno i miei studenti con l’incarico quando sono abbastanza comodi da ignorare l’ovvio e andare per qualcosa di molto più organico.

Una delle mie citazioni fotografiche preferite viene dal fotografo del National Geographic Jim Richardson, che dice che ” Se vuoi essere un fotografo migliore, mettiti di fronte a cose più interessanti.”Una delle cose che mi affascina della composizione e degli esercizi come questo è come ci spingiamo non solo a stare di fronte a cose più interessanti, ma anche a fotografare cose più interessanti in un modo più interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.