Fai funzionare i social media per il tuo business alimentare

Probabilmente già usi Facebook, Twitter o qualche altro sito di social media nella tua vita personale, ma non trascurare i suoi potenziali benefici per il tuo business alimentare. I social media sono uno sportello unico per molti degli strumenti necessari per far crescere il tuo business. Ti connette con persone che sono interessate a prodotti come il tuo. È una fonte di feedback immediato e uno strumento di ricerca di mercato. Ti aiuta a legare con i clienti e potenziali clienti. Può essere utilizzato per promuovere una vendita o un altro evento speciale in un istante. Ma devi essere proattivo.

Salta e pubblica

Non solo “lurk.”Iscriviti a gruppi di persone che sono interessati al tuo tipo di prodotto. Commenta altri post o semplicemente “mi piace” il commento di qualcun altro. Stai networking e formando legami con i vostri clienti, proprio come si sforzerebbe di fare di persona.

Ci sono molti siti sociali là fuori, ma Facebook e Twitter dominano per questo scopo. Un sondaggio 2018 condotto dal rivenditore di forniture bar Nisbets ha rilevato che Facebook era la piattaforma di social media più popolare per le aziende di catering. Ottantuno per cento degli intervistati ha citato come lo strumento più importante per i loro sforzi di marketing, secondo ModernRetaurantManagement.com. Twitter seguito come la seconda piattaforma di social media più popolare, con il 20 per cento credendo che ha aiutato la loro strategia di marketing.

Ci sono molti altri siti di social, e non c’è nulla che ti impedisca di pubblicare su di loro anche per ottenere il maggior pubblico possibile per i tuoi sforzi. Instagram e YouTube, in particolare, sono ottimi per foto e video perché i loro utenti amano “condividerli” con gli amici.

“Una semplice menzione di un’idea o di un nuovo prodotto su una piattaforma di social media può portare a una reazione immediata, e non solo da una persona”, osserva un recente studio della Penn State University. “I social media ti consentono di raccogliere reazioni e informazioni da dozzine, se non centinaia o migliaia, contemporaneamente.”

David Hochman di DJH Marketing Communications offre alcune spiegazioni su come rendere i social media funzionano meglio per un business alimentare.

Piegalo nella tua strategia di marketing

Hochman non vede i social media come un veicolo autonomo ma come parte di una strategia di marketing. “Migliora i tuoi veicoli tradizionali di marketing e PR, che includono stampa, radio, pubblicità televisiva, ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), telemarketing, direct mail, email marketing (come il contatto costante) e comunicati stampa”, ha affermato. In altre parole, i social media sono più forti quando hai uno o più strumenti di marketing che lavorano per te.

Ma i social media hanno attributi che i media tradizionali mancano. Hochman cita il direttore del deli di Falci Mercato nel New Jersey, che ha voluto fare un “tutte le zuppe 15 per cento di sconto” promozione immediatamente. Un coupon avrebbe dovuto aspettare il programma di una stampante. Facebook ha avuto l’offerta pubblicata entro un’ora. I clienti della gastronomia si sono presentati per la promozione lo stesso giorno.

Il termine di fantasia per questo è il marketing senza attrito. “La cosa interessante qui è che sono stati in grado di confrontare il marketing tradizionale del passato con questo nuovo sforzo sui social media, e hanno visto un considerevole aumento delle vendite”, ha spiegato Hochman.

Usalo per una risposta in tempo reale

Le esigenze e le preferenze dei consumatori cambiano rapidamente e i metodi più vecchi come il focus group sono solo un’istantanea del feedback dei consumatori.

Se ti attieni, la partecipazione ai social media darà ai tuoi clienti l’accesso in tempo reale ai tuoi prodotti e alle persone dietro l’azienda. I social media ti consentono di creare un’identità in modi che in passato non erano accessibili. Dal punto di vista del marketing e del branding, ogni imprenditore può personalizzare il proprio marchio, alla moda di Newman’s Own o Orville Redenbacher.

Da una prospettiva puramente operativa, Facebook, Twitter e blog possono anche aiutare a ridurre le chiamate in entrata verso la tua azienda, riducendo le spese operative.

Per una start-up a corto di denaro, i social media possono livellare il terreno di gioco. Le pubbliche relazioni, le agenzie pubblicitarie e i posizionamenti dei media tradizionali sono fuori dalla portata di molte piccole imprese. Utilizzando i social media, puoi sviluppare e pubblicare la tua storia del marchio e i tuoi messaggi direttamente su specifici segmenti di mercato, tutto da solo.

Scegli una strategia

Per ottenere il massimo dai social media, devi decidere in anticipo cosa vuoi uscirne. Ponetevi queste domande:

  • Che tipo di coinvolgimento degli utenti stai cercando? È possibile utilizzare i social media per supportare il canale di vendita al dettaglio. Cioè, vuoi che più persone cerchino il tuo marchio sugli scaffali dei negozi. O vuoi convertirli in clienti diretti? In tal caso, il vostro obiettivo è quello di indirizzarli a un sito di e-commerce. Puoi fare entrambe le cose, ma dovresti dare la priorità all’una o all’altra.
  • Come farete a coinvolgere il vostro pubblico? Si può dare roba via gratuitamente o eseguire altri tipi di promozioni. È possibile creare contenuti interessanti. Si può mescolare in su, ma, ancora una volta, si dovrebbe dare la priorità.
  • Come risponderai alle attività degli utenti? Una volta iniziato, non puoi lasciare che i tuoi sforzi sui social media languiscano. Sviluppare un calendario di marketing con attenta considerazione, e bastone ad esso.
  • Come si misura il successo? Il ritorno sull’investimento (ROI) può essere misurato in altri modi oltre all’aumento delle entrate. La tua presenza sui social media è poco costosa o gratuita, ma il tempo e lo sforzo comportano costi fissi.

Si tratta del vecchio adagio “il tempo è denaro.”Ma se la vostra strategia di social media migliora il vostro marchio, porta in clienti o aumenta le vendite, l’investimento è valsa la pena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.