Harriet Powers (1837-1910)

Harriet Powers è uno dei più noti produttori di trapunte afroamericani del sud nella nazione. Solo due delle sue trapunte sopravvivono oggi, entrambe fatte dopo la guerra civile. Uno è nella collezione del National Museum of American History presso la Smithsonian Institution di Washington, DC, e l’altro è nel Museo delle Belle Arti, a Boston, Massachusetts.

Harriet nacque in schiavitù il 29 ottobre 1837, nella contea di Clarke, in Georgia, in una piantagione di proprietà di John e Nancy Lester. Ci sono pochi dettagli sulla sua vita in anticipo come un bambino e giovane adulto. Secondo il Censimento degli Stati Uniti del 1870, sposò Armstead Powers, un bracciante agricolo, nel 1855, all’età di diciotto anni e la coppia ebbe nove figli.

La prima esposizione conosciuta di trapunte Poteri erano nel 1886 ad una fiera del cotone nel nord-est della Georgia. Jennie Smith, un artista e insegnante d “arte presso l” Istituto Lucy Cobb di Atene, Georgia, avvicinato Powers circa l ” acquisto della trapunta visualizzato, ma Powers ha rifiutato di venderlo. La trapunta di cotone consisteva in numerosi quadrati pittorici, raffiguranti scene bibliche e fenomeni celesti. Essi sono stati costruiti attraverso applique e cottimo ed erano una miscela di mano e macchina cucita. Smith e Powers rimasero in contatto e quando Powers cadde in disgrazia circa cinque anni dopo, accettò di vendere la trapunta per cinque dollari (circa centotrentotto dollari nel 2020). Al momento della vendita, Powers spiegò le immagini nelle piazze e Smith registrò le descrizioni per i posteri.

La prima trapunta era fatta di 299 pezzi separati di tessuto, raffiguranti scene tratte da storie bibliche e spirituals. Le figure erano colorate e cucite su uno sfondo color anguria. Strisce verticali spezzate dividevano le trapunte in pannelli che raccontavano storie. Powers non poteva leggere o scrivere, ma le storie che ha sentito hanno preso vita sulle sue trapunte. Nel 1880 Harriet e Armstead Powers possedevano una piccola fattoria, ma dovevano vendere parti della loro terra per sbarcare il lunario. Armstead Powers la lasciò nel 1895, e molto probabilmente sostenne se stessa e la sua famiglia lavorando come sarta.

 Harriet Powers Bible Quilt
Bible Quilt (1886) di Harriet Powers
Courtesy National Museum of American History

La seconda trapunta è stata acquisita dalle mogli dei membri della facoltà di Atlanta University, ora Clark Atlanta University nel 1898. Le mogli hanno dato la trapunta in dono al reverendo Charles Cuthbert Hall di New York, mentre ha servito come presidente del consiglio di fondazione presso l’Università di Atlanta. La seconda trapunta è composta da 15 pannelli e illustra storie bibliche ed eventi naturali, come la tempesta di meteore Leonide. La trapunta è stata acquistata dagli eredi del Rev. Hall dal collezionista di arte popolare Maxim Karolik e donata al Museo delle Belle Arti.

Nel gennaio 2005, lo studente di dottorato in storia presso l’Università della Georgia, Cat Holmes, scoprì la tomba di Harriet Powers, suo marito e una figlia. La lapide è stata scoperta al Gospel Pilgrim Cemetery di Atene, Georgia. Alcuni libri e una commedia, “Quilting in the Sun”, onorano la sua memoria. Harriet Powers è stata inserita nella Georgia Women of Achievement nel 2009.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.