Hinting a Font “

La produzione di un font hinted può essere principalmente divisa in tre parti principali:

  • lettura di suggerimenti da un font esistente nel formato font finale
  • aggiunta di suggerimenti a un font esistente in .vfc (o .vfb) formato
  • scrittura di suggerimenti in font finali generati.

L’hinting nei glifi PostScript (PS hinting) esiste su un solo livello, quindi non è necessaria alcuna traduzione o conversione all’importazione. FontLab può leggere e scrivere senza perdita PS hinting, può anche modificare senza perdita PS hinting e generarlo. Più precisamente: FontLab supporta i suggerimenti PostScript in modo nativo. Durante la lettura OpenType PS (.otf) fonts, FontLab converte CFF hinting in PostScript hinting.

L’hinting in glifi TrueType-flavored (TT hinting) esiste su due livelli:

  • il TT hinting di basso livello (nativo) — codice assembly nel linguaggio delle istruzioni TrueType, compilato in forma binaria, memorizzato in OpenType TT (.ttf) e TrueType font, così come facoltativamente memorizzati nel FontLab .vfc/.documenti vfb.
  • le istruzioni di alto livello TT hinting (visual) — visual nel linguaggio TTH di FontLab, memorizzate nel FontLab .vfc/.documenti vfb.

FontLab in grado di leggere a basso livello TT hinting. Può anche scrivere l’hinting TT di basso livello memorizzato ma solo per glifi che non erano stati modificati. Se si modifica un glifo, l’hinting TT di basso livello memorizzato verrà rimosso.

FontLab può anche convertire l’hinting PS in hinting TT di alto livello, modificare l’hinting TT di alto livello e convertire (compilare) l’hinting TT di alto livello in hinting TT di basso livello.

Nota

FontLab non può convertire (decompilare) l’hinting TT di basso livello nell’hinting TT di alto livello.

Font di apertura”

Quando si apre un carattere accennato TrueType-aromatizzato, le istruzioni di suggerimento TT di basso livello vengono sempre lette, memorizzate nel .documento vfc e scritto di nuovo in un nuovo generato .font ttf – ma solo per i glifi che non sono stati modificati all’interno di FontLab. L’esportazione è controllata dai profili di esportazione.

Il segno blu “T” nell’angolo in basso a sinistra di una cella glifo indica che i suggerimenti TT di basso livello sono presenti nel glifo e verranno esportati così come sono.

Quando si aprono i font PostScript aromatizzati, il loro suggerimento viene sempre letto dal font, memorizzato nel .documento vfc ed esportato in base ai profili di esportazione.

Profili PostScript e hinting PS”

Elementi UI hinting PS”

Profili”

La finestra di dialogo Profili controlla alcuni aspetti vitali del modo in cui vengono generati i font PostScript (Tipo 1 e OpenType PS). I valori predefiniti sono di esportare i font suggeriti e generare automaticamente suggerimenti per glifi non evidenziati:

L’opzione Usa hinting esporta i suggerimenti esistenti e i nuovi suggerimenti se Autohint è attivo.

L’opzione Autohint: “Unhinted glyphs” consente di autohintare automaticamente i glifi anche se non sono state eseguite attività di autohinting specifiche. Se un glifo non contiene alcun suggerimento PS e questa opzione è abilitata, FontLab genererà automaticamente suggerimenti per quel glifo.

Se desideri controllare manualmente il tuo suggerimento e ci sono buone ragioni per cui non hai suggerito alcuni glifi, scegli “No” nel menu a discesa Autohint. Questo ti permetterà anche di generare font dal sapore PostScript senza suggerire se rimuovi i suggerimenti PS da tutti i glifi.

Se si desidera sostituire tutti i suggerimenti esistenti con i risultati di autohinting, scegliere “Tutti i glifi” nel menu a discesa Autohint.

Utilizzare x-direzione suggerimenti permette di esportare suggerimenti verticali. Spegnere questo se non ne avete bisogno. I suggerimenti di direzione Y (orizzontale) verranno comunque esportati.

Le zone di ricalcolo e i gambi di ricalcolo ricalcolano rispettivamente le zone e i gambi all’esportazione. Quando disattivato vengono esportate zone e steli esistenti.

Nota

Si noti che è necessario creare un nuovo profilo di esportazione per poter modificare le sue opzioni.

Glifo window”

Per visualizzare i suggerimenti PS presenti nel glifo, abilitare Visualizza > Mostra > Suggerimenti. Per visualizzare le zone di allineamento PS (zone blu), abilitare Visualizza > Mostra > Zone.

Font Info”

Mentre i suggerimenti sono controllati a livello di glifo, c’è una serie di impostazioni di hinting rilevanti a livello di font. Per visualizzarli e modificarli, aprire la finestra di dialogo Informazioni carattere.

Gambi

La pagina Gambi controlla i gambi standard verticali che corrispondono all’hinting della direzione x, così come i gambi standard PS orizzontali che corrispondono all’hinting della direzione y. Gli steli orizzontali sono più importanti di quelli verticali.

I gambi standard saranno utilizzati in PS hinting e saranno anche convertiti in gambi standard TT che sono memorizzati nella tabella CVT.

Facendo clic su Gambi automatici verrà automaticamente creato un elenco di gambi standard trovati nel font. Ciò verrà fatto analizzando i valori di suggerimento PS trovati nel font, il che significa che il font deve avere suggerimenti per gli steli automatici per funzionare.

Si noti inoltre che molto spesso, FontLab genererà più steli standard PS di quanto realmente necessario. Ad esempio, in Myriad Roman, i valori originali dello stelo V sono 88 92 e i valori originali dello stelo H sono 67 73. Dopo gli steli automatici, i valori dello stelo V saranno 88 70 97 e i valori dello stelo H saranno 73 55 68. In alcuni casi, i valori stem saranno abbastanza vicini l’uno all’altro e potresti voler unificarli.

Nota

Quando si converte PS hinting in TT hinting, è possibile controllare la precisione del collegamento singolo con cui FontLab abbinerà ogni larghezza del gambo con i gambi standard TT. Se crei meno steli standard e aumenti la precisione, i gambi nel font TT appariranno più uniformi. Se crei più steli standard e diminuisci la precisione, i gambi nel font TT appariranno più vari.

Zone

La pagina Zone controlla le zone di allineamento PS primarie (che in genere si trovano sopra la linea di base) e le zone di allineamento PS secondarie (in genere si trovano sotto la linea di base).

Le zone di allineamento PS verranno utilizzate nell’hinting PS e verranno anche convertite in zone di allineamento TrueType.

Facendo clic sul pulsante Rilevamento automatico delle zone, FontLab ricostruirà automaticamente le zone di allineamento per il font. Lo farà analizzando i riquadri di delimitazione di un elenco hardcoded di lettere inglesi maiuscole e minuscole. Se il carattere contiene più alfabeti (script), o se contiene numeri o maiuscole che sono di altezza ovviamente diversa da lettere maiuscole o minuscole, è necessario aggiungere più zone di allineamento PS che controlleranno la soppressione overshoot.

I parametri di hinting PostScript sono nascosti nella pagina Altri valori e riguardano solo hinting PS. Si prega di fare riferimento alla finestra di dialogo Informazioni carattere e il tipo 1 specifica formato carattere per ulteriori informazioni su tali parametri.

PS Autohinting”

Se il tuo font ha già suggerimenti PS, steli standard e zone di allineamento definite, puoi saltare questo passaggio.

Se il font non ha suggerimenti PS, è necessario eseguire le seguenti operazioni per ottenere automaticamente i suggerimenti PS:

  1. Vai a Informazioni carattere > Zone e fai clic su Rilevamento automatico zone.
  2. Aggiungere e rivedere le zone di allineamento secondo necessità.
  3. Scegli Strumenti > Azioni.
  4. Dalla sezione Suggerimenti, eseguire l’azione Autohint per tutti i glifi nel font.
  5. Se si desidera generare solo suggerimenti in direzione y (cioè suggerimenti orizzontali) eseguire l’azione Rimuovi suggerimenti per tutti i glifi nel font e nelle opzioni dell’azione selezionare Rimuovi suggerimenti verticali e deselezionare Rimuovi suggerimenti orizzontali.

Nota

Alcuni motivi per cui potresti voler generare solo direzioni y sarebbero perché prevedi di generare un font dal sapore TrueType che non ha bisogno di essere accennato nella direzione x. Questo sarebbe il caso di un font che funzionerà solo in ClearType, oppure il font è in corsivo e i suggerimenti verticali non hanno molto senso.

Selezionare Applica all’intero carattere ogni volta che si esegue un’azione.

  1. Vai su File > Informazioni sui font > Gambi e fai clic su Gambi automatici.
  2. Aggiungi, rivedi e unisci gli steli standard PS secondo necessità.
  3. Fare clic su OK.

Dopo aver completato questo processo, si dispone di un carattere accennato al gusto di PostScript.

strutture TrueType e TT hinting”

Prima di produrre un TrueType-accennato font FontLab, è necessario verificare che siano presenti i seguenti elementi presenti nel carattere:

  • allineamento zone
  • standard fusti
  • PS suggerimenti

Questi tre parametri saranno utilizzati da parte di FontLab per generare automaticamente ad alto livello (visual) TT suggerimenti.

TT hinting Elementi dell’interfaccia utente “

Profili”

Come per l’hinting PostScript, i profili di esportazione definiscono come verrà esportato TT hinting:

Nota

Si noti che è necessario creare un nuovo profilo di esportazione per poter modificare le sue opzioni.

Il menu TrueType hinter consente di scegliere il motore di hinting. È possibile scegliere tra “FontLab TTH” (hinting FontLab nativo),” TTFAutohint ” (sistema di auto-hinting del FreeType) e il sistema di hinting selezionato nella finestra di dialogo Info font. L’opzione” Specificato in Info font ” è impostata di default in modo da modificare le opzioni di suggerimento localmente per il particolare font, utilizzare la pagina Info font > Altri valori.

Disattivare Usa comandi TTH visivi esistenti per non esportare suggerimenti TT (visivi) di alto livello creati manualmente utilizzando lo strumento di Hinting TrueType.

Disattiva l’uso dei suggerimenti nativi TrueType importati per non esportare i suggerimenti TT di basso livello importati.

Attiva Rebuild PS hints per ignorare i suggerimenti PS esistenti e ricostruirli automaticamente prima di utilizzare il motore di autohinting “FontLab TTH”.

Info font”

Le opzioni di hinting e smoothing TrueType sono nascoste nella pagina Info font > Altri valori e riguardano solo l’hinting TT per il font corrente. Fare riferimento alla finestra di dialogo Informazioni carattere e alle specifiche del sistema TTFAutohint per ulteriori informazioni su tali parametri.

Preferences ”

La pagina Preferences > TrueType Autohinting include diverse opzioni che ti danno un controllo preciso sul modo in cui i suggerimenti PS vengono convertiti in suggerimenti TT di alto livello (visivi) in FontLab.

Forse l’impostazione più importante qui è la precisione dell’attacco a collegamento singolo. Questo valori numerici controlla la tolleranza in cui FontLab corrisponderà ogni larghezza dello stelo con gli steli standard TT (voci CVT). Ad esempio, se uno degli steli standard TT è 168 e se l’impostazione di precisione è impostata su 3, tutti gli steli di larghezza 165-171 saranno collegati a quel valore, ma non gli steli larghi 164 o 172 unità.

Si prega di consultare Preferences > TrueType Autohinting per una spiegazione più dettagliata di tali opzioni.

Finestre dell’applicazione”

Per visualizzare e modificare l’hinting TT di alto livello, aprire qualsiasi glifo in una finestra glifo e scegliere Strumenti > Hinting TrueType.

Lo strumento di hinting TrueType ha numerosi pannelli secondari che è possibile aprire: il pannello del programma TrueType, Gambi, Zone e altre finestre di dialogo parametri. Il pannello Suggerimenti TrueType si apre automaticamente.

Nota

Il pannello Suggerimenti TrueType (nelle versioni macOS e Windows di FontLab) utilizza lo stesso rasterizzatore di Microsoft Windows. Ci sono due modalità di rendering: ClearType, che mostra i risultati di TrueType Hinting con posizionamento subpixel (come la maggior parte degli utenti dei moderni sistemi Windows lo vedrebbe) e Black/White, che mostra i risultati di TrueType Hinting in puro bianco e nero, senza antialiasing (come vedrebbero gli utenti dei vecchi sistemi Windows o quelli che hanno ClearType disabilitato su Windows moderno).

Nota

In realtà, ci sono molte più modalità di rendering dei font e varianti in diverse versioni di Windows: diversi tipi di smoothing, diverse impostazioni per il rendering subpixel e modi diversi che influenzano il modo in cui le metriche glifo sono renderizzate sulla griglia subpixel. Le due modalità di rasterizzazione nell’anteprima TrueType sono rappresentative di scenari “difficili”, in cui l’hinting TrueType può essere di grande aiuto. Microsoft sta costantemente avanzando le loro tecniche di rendering dei font-se i tuoi risultati di suggerimento sembrano buoni in FontLab, allora sembreranno altrettanto buoni o migliori per gli utenti Windows reali.

Fare clic sul pulsante Steli nella barra delle proprietà per aprire la finestra di dialogo Steli che consente di controllare gli steli TT standard.

Fare clic sul pulsante Zone per aprire la finestra di dialogo Zone di allineamento che consente di controllare le zone di allineamento TT.

Fare clic sul pulsante Altri parametri per aprire la finestra di dialogo Parametri TTH che consente di controllare le opzioni di suggerimento TT locali.

Dopo aver convertito PS hinting in TT hinting, gli steli e le zone TT corrispondono agli steli standard e alle zone di allineamento che sono state definite in Informazioni sui caratteri, ma questo può essere modificato.

Outline conversione e TT autohinting”

Nota

Questi passaggi successivi modificano i contorni effettivi dei glifi, quindi assicurati di aver salvato una copia di backup del disegno originale con i contorni PostScript.

Inoltre, tieni presente che quando FontLab converte i contorni PS in contorni TT, la qualità della conversione dipende dalla dimensione UPM del font e dalla tolleranza di conversione della curva trovata nelle Preferenze. Minore è la dimensione UPM, il minor numero di punti TT contorno FontLab produrrà. Se la tua dimensione UPM è molto alta, il numero di punti di contorno TT sarà grande, il che potrebbe comportare risultati di autohinting TT meno soddisfacenti (poiché FontLab potrebbe diventare “confuso” su quali punti di contorno sarebbero meglio controllati dalle istruzioni di suggerimento TT). È anche possibile ridurre il numero di punti del contorno TT dopo la conversione del contorno, utilizzando la funzione di pulizia FontLab. Di norma: se possibile, cerca di mantenere il numero di punti di contorno TT ad un minimo ragionevole.

Eseguire le seguenti operazioni per convertire un font PS-hinted in un font TT-hinted con contorni TrueType:

  1. Vai a Preferenze > TrueType Autohinting e perfeziona il modo in cui PS hinting viene convertito in TT hinting. In particolare, controllare il valore di precisione del collegamento singolo.
  2. Chiudi tutte le finestre glifo aperte.
  3. Scegli Strumenti > Azioni, dalla sezione Nozioni di base selezionare l’azione Converti in curve TT, girare Applica a tutto il carattere e fare clic su OK.
  4. Scegli Strumenti > Azioni di nuovo, dalla sezione Nozioni di base selezionare l’azione Imposta direzione contorno, fare clic sull’opzione Imposta direzione TrueType, girare Applica a tutto il carattere e fare clic su OK.
  5. Se si decide di ridurre il numero di punti contorno TT dopo la conversione (che può comportare piccole regolazioni delle forme glifo), dalla sezione Contorno, selezionare l’azione Pulisci, girare Applica a tutto il carattere e fare clic su OK.
  6. Dalla sezione Suggerimenti, selezionare l’azione TT Autohint, girare Applica a tutto il carattere e fare clic su OK.

Le celle del glifo otterranno il segno ” T ” marrone nell’angolo in basso a sinistra che indica che i suggerimenti TT di alto livello (visivi) sono presenti nel glifo:

Dopo aver completato questi passaggi, si dispone di un font TT-autohinted di base. È possibile generare il font TrueType-aromatizzato ora, oppure si può procedere alla messa a punto dei risultati TT autohinting.

Fine-tuning dei risultati TT autohinting”

Per avviare la fine-tuning dei risultati TT autohinting:

  1. Apri un glifo nella finestra Glifo.
  2. Scegli Strumenti > Suggerimento TrueType.
  3. Nella barra delle proprietà della finestra glifo, fare clic sul pulsante Gambi per aprire gli steli TT che sono stati copiati dagli steli standard PS. La modifica dei gambi TT può avere un impatto significativo sulla coerenza dell’aspetto dei diversi gambi, specialmente nel rendering in bianco e nero puro. Ad esempio, l’unione di alcuni valori di stelo si tradurrà in un font in cui i gambi leggermente diversi appariranno più coerenti.
  4. Nella barra delle proprietà della finestra glifo, fare clic sul pulsante Zone per aprire le zone TT che sono state copiate dalle zone di allineamento PS.

Un parametro importante per gli steli TT è il valore ppm2. Questo valore indica la dimensione ppem alla quale (principalmente in modalità bianco e nero) gli steli passeranno da 1 pixel di larghezza a 2 pixel di larghezza. (La voce ppm3 indica la dimensione ppem alla quale gli steli passeranno da 2 pixel a 3 pixel di larghezza, ecc.).

Abbassando i valori ppem, gli steli interessati appaiono più pesanti in piccole dimensioni. Alzando quei valori ppem si tradurrà in gambi colpiti appaiono più leggeri in piccole dimensioni. Ad esempio, se hai uno stile Medio e uno stile Semibold nella tua famiglia e sembrano troppo simili alle dimensioni dei punti piccoli, puoi scegliere di diminuire le voci ppm2 e ppm3 nello stile Semibold (quindi apparirà più pesante) e di aumentarle nello stile Medio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.