Il vero motivo per cui ci sono stati gli alieni in ‘Fargo: Stagione 2’

Cos’era la F con il disco volante? Sono passati alcuni anni da quando è stata rilasciata la seconda stagione di FX Fargo e la maggior parte dei fan sta ancora cercando di capire perché gli alieni sono stati inclusi nello show.

Non fraintenderci, amiamo gli alieni. Amiamo gli alieni di Ridley Scott. Amiamo gli antichi alieni… anche se è molto esagerato. Seriamente… tutti amano gli alieni. Anche Seth Rogen vuole fare un film sugli alieni. Ma gli alieni sono solo l’ultima cosa che ti aspetteresti di vedere a Fargo.

Nel 2015, quando FX ha rilasciato la seconda stagione di Fargo, i fan erano MOLTO confusi sul motivo per cui un disco volante continuava a frugare nella serie poliziesca. Sembrava completamente fuori luogo, per non dire altro. E ha avuto un impatto minimo sulla storia. Per lo più, era solo strano. Per lo meno, i fan si aspettavano una sorta di payoff che aveva senso all’interno del mondo abbastanza radicato dello spettacolo… Ma non ne hanno mai avuto uno.

Bene, nel 2016, il creatore di Fargo Noah Hawley ha dato una risposta… Piu ‘ o meno… Eccola qui…

Noah Hawley NON ha voluto rispondere alla domanda sugli UFO

Secondo IndieWire, mentre al Festival ATX nella sua città natale di Austin, Texas, Noah Hawley è stato premuto sugli alieni nella seconda stagione di Fargo. Anche se era lì per parlare del suo libro “Before The Fall”, i fan gli hanno inevitabilmente chiesto dei dettagli dietro le quinte del suo programma televisivo più famoso, che è filata fuori dal film Premio Oscar 1996 del fratello Coen, interpretato da Frances McDormand, William H. Macy e Steve Buscemi.

All’inizio, Noah non voleva rispondere alla domanda di un membro del pubblico che era formulata come… “Qual era l’accordo con gli UFO?”

In effetti, Noè voleva chiaramente lasciare alcuni misteri… mistero.

Fargo stagione due ufo
SBS

“Qual era l’accordo con gli UFO?”Disse Noah. “Qual è stato l’accordo con il pesce che cade dal cielo nel primo anno? Voglio dire, queste cose succedono.”

I fan di Fargo sapevano che si riferiva a un momento strano nella prima stagione quando un gruppo di pesci cadono dal cielo e si schiantano contro l’auto del personaggio di Oliver Platt. … È stato un momento pazzesco ma ha ottenuto una spiegazione nell’episodio seguente.

Ma fortunatamente per questo membro del pubblico, così come molti in tutto il mondo, l’intervistatore Beau Willimon (il creatore di House of Cards) ha premuto Noah per una risposta. Dopo tutto, Beau aveva chiesto al pubblico dei fan di Noah di porre le domande più “fanboy / fangirl” che potevano venire con. Quindi, Noah ha davvero dovuto rispondere…

“Sì, ma hai spiegato”, disse Beau Willimon, premendo Noah. “Certo, è stato un tornado che ha colpito un lago, ma c’era una spiegazione.”

Gli alieni nella seconda stagione non sono stati concessi quel lusso.

Poi Noah finalmente ha dato una risposta… piu ‘ o meno…

Gli alieni facevano parte del tempo

La risposta di Noah al motivo per cui ha incluso gli UFO nella seconda stagione di Fargo aveva a che fare con il tempo.

“Beh, era parte del momento”, ha detto Noah della stagione che è stata ambientata negli anni ‘ 70 in Minnesota/North Dakota/South Dakota. “Dopo il Vietnam, è stato che sia la paranoia politica che le teorie del complotto sono andate fino in cima — con Watergate; quel senso che le persone si sentivano paranoiche a un certo livello.”

Fargo 1970s
SBS

Gran parte di questo si è riflesso nell’inclusione di Ronald Reagan, le clip di notizie sui televisori, e fondamentalmente ogni po ‘ di dialogo il personaggio esilarante ranting che Nick Offerman ha giocato.

Ma l’avvistamento UFO da parte del personaggio di Kieran Culkin nella seconda stagione di Fargo e dalla maggior parte del resto del cast nel penultimo episodio era basato su una storia vera… Concesso, molto approssimativamente… Ma questa è la verità su tutte le storie di Fargo… Nessuno di loro è successo da nessuna parte vicino a ciò che suggerisce la sequenza principale del titolo dello spettacolo. In effetti, la sequenza principale del titolo, ha affermato Noah, è fatta in modo che il pubblico acquisti alcune delle decisioni della storia che vengono prese. Fondamentalmente, il pubblico si siederà per tutto ciò che credono realmente accaduto… anche se solo un briciolo di esso è veritiero.

“Se guardi il dispositivo di ricerca su Internet, c’è stato un incidente di stato/UFO in Minnesota negli anni ’70, che ho pensato fosse interessante.”

Era anche un omaggio al film originale

Oltre ad essere “vero” per l’epoca, l’inclusione dell’UFO era anche un riferimento molto oscuro al film originale dei Fratelli Coen.

“Molto presto, ho chiesto,’ Qual è il nostro Mike Yanagita?'”disse Noah. “Mike Yanagita era il personaggio del film Fargo che Marge ha incontrato dopo essere stato amico al liceo e hanno avuto un pasto, e ha parlato di sposare la sua fidanzata del liceo e poi è morta e lui era così solo. Ma poi, piu ‘ tardi, hai scoperto che si era inventato tutto. E ho pensato, ‘ Perché è questo nel film?’Non ha nulla a che fare con il film — tranne il film dice,’ Questa è una storia vera. L’hanno messo li ‘perche’ e ‘successo altrimenti non l’avresti messo li’. Il mondo di Fargo ha bisogno di quegli elementi; quegli elementi casuali, strani, la verità è più strana della finzione.”

Noah ha continuato dicendo che quei momenti coinvolgono l’immaginazione del pubblico.

“Quando non stai alimentando una storia lineare, quando stai lasciando spazi vuoti per l’immaginazione, il pubblico dovrà investire di più in essa”

Dylan Parker (520 articoli pubblicati)

Dylan Parker è uno scrittore di elenchi e contenuti che lavora per Valnet Inc. Ha scritto per Le cose, Il Talko, Baby Gaga, Mamme e Screen Rant. È specializzato in intrattenimento, cinema e notizie sulle celebrità. Dylan ha anche scritto per Narcity e varie altre pubblicazioni di intrattenimento, cibo e viaggi.

Altro da Dylan Parker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.