New York Statuto delle limitazioni e ipoteca Preclusione

CPLR §213 di New York prevede un sei (6) anno di prescrizione per l’esecuzione dei contratti. Poiché un mutuo è considerato un “contratto”, le azioni di preclusione devono essere avviate entro sei (6) anni. Si noti che ogni singolo pagamento dovuto costituisce una “causa di azione” separata e, di conseguenza, ogni pagamento diventa “time barred” sei (6) anni dopo la sua data di scadenza.

ACCELERAZIONE

Al momento del default del mutuatario, tuttavia, un creditore può accelerare il debito e dichiarare tutti i pagamenti rimanenti per essere immediatamente dovuti e pagabili. Una volta accelerata, non ci sono più pagamenti multipli che diventano dovuti in futuro, ma piuttosto, l’indebitamento totale diventa immediatamente dovuto e pagabile. Di conseguenza, l’intero indebitamento diventa tempo sbarrato sei (6) anni dopo che il prestito è stato accelerato. Allo stesso modo, quando un mutuo matura, per le sue condizioni, l’intero saldo diventa immediatamente dovuto e pagabile e l’intero indebitamento diventa tempo sbarrato sei (6) anni dopo la data di scadenza.

Si noti che l’accelerazione può essere fatta da qualsiasi atto che manifesti chiaramente e inequivocabilmente l’intento di accelerare. Mentre uno di questi atti si verifica quando la preclusione è iniziata (prima legale), ci sono altri atti che costituiranno l’accelerazione, come l’invio di una lettera che “manifesta l’intento di accelerare”. Si noti inoltre che la ricezione dell’avviso da parte del Mutuatario non è richiesta, ma che il semplice invio dell’avviso è un “atto”sufficiente. Di conseguenza, i prestatori e i Servicer dovrebbero essere cauti nell’aspettare fino all ‘”ultimo minuto” quando si calcolano i sei (6) anni dalla data di deposito della citazione di preclusione.

Quando si redigono gli avvisi, si dovrebbe prestare attenzione a utilizzare la verbosità “può accelerare”, piuttosto che” accelererà”, in modo da ridurre il rischio di un’accelerazione involontaria, tuttavia, alcuni tribunali, tuttavia, trattano una lettera che indica che il Creditore” può ” accelerare come un atto di accelerazione.

Come risultato della straordinaria lunghezza di tempo che ora ci vuole per completare una preclusione a New York, ci sono molti casi in cui un creditore potrebbe desiderare di evitare le conseguenze di una precedente accelerazione, se causerebbe l’intero debito di essere tempo sbarrato, piuttosto che solo quei pagamenti che sono diventati dovuti più di sei (6) anni fa.

di Conseguenza, il concetto di “De-Accelerazione”, la partenza di una prima accelerazione, è stato spesso contestato, con la maggior parte dei giudici sentenza che quando un prestito è stato accelerato, e la successiva accelerazione, il mutuante richiede un’azione positiva, che “si manifesta l’intento di de-accelerare”, è lasciare l’accelerazione, a condizione che l’atto di de-l’accelerazione è avvenuta prima della scadenza dei termini di prescrizione.

I prestatori e i prestatori di servizi potrebbero quindi considerare di incorporare una lettera di de-accelerazione nel loro processo, facendola generare automaticamente ogni volta che un’azione di preclusione viene respinta, e accelerare in una data futura, se lo desiderano.

ROLLING THE DUE DATE

Se un prestito non è ancora stato accelerato, il creditore non è precluso dall’inizio di una preclusione, ma è precluso dalla riscossione dei pagamenti che sono diventati dovuti più di sei (6) anni fa. Di conseguenza, la porzione di tempo precluso del debito può essere “addebitato” e una preclusione iniziata per il resto.

La pratica di “Rotolare la data di scadenza” fornendo una data fittizia di default che è entro i termini di prescrizione, tuttavia, sarebbe una falsa dichiarazione alla corte e possibilmente considerata fraudolenta! Invece, prestatori e Servicer dovrebbero rivelare completamente la parte del debito che è tempo sbarrato e che la preclusione è solo per il resto.

PEDAGGIO

CPLR §204(A) prevede chela durata di un soggiorno derivante da un divieto giudiziario o statutario, non è inclusa nel calcolo del periodo di prescrizione di sei (6) anni. Di conseguenza, se il prestatore/servicer non può iniziare una preclusione a causa di un soggiorno, tale periodo di tempo è scolpito dal calcolo di sei (6) anni, indipendentemente dal fatto che il prestito sia stato accelerato o meno.

Tra i soggiorni più comuni imposti ci sono i soggiorni fallimentari ai sensi di 11 U. S. Codice §362, il Tracking Dual Divieto di mandato dal Dodd-Frank Act, se il mutuatario ha presentato un “sostanzialmente completato” interventi di mitigazione perdita del pacchetto, RPAPL 1304, che vieta l’inizio di una preclusione fino almeno novanta (90) giorni dall’invio della notifica necessaria, la morte del Mutuatario ai sensi dell’CPLR §210(b), che impone un diciotto (18) del mese di pedaggio periodo di tempo per nominare un esecutore o amministratore della tenuta.

RE-STARTING LA prescrizione

Dove un prestatore o Servicer desidera precludere un prestito che è stato accelerato più di sei (6) anni fa, ci sono vari modi in cui la prescrizione periodo di tempo può essere riavviato e una preclusione può successivamente essere iniziata entro il nuovo periodo di sei (6) anni.

Alcuni esempi includono la ricezione da parte del creditore o Servicer di qualsiasi pagamento da parte del mutuatario, non importa quanto nominale, un riconoscimento scritto del debito che evidenzia l’intenzione del mutuatario di ripagarlo, come la corrispondenza, le applicazioni di attenuazione delle perdite, o anche un capitolo 13 fallimento deposito! Si noti che un deposito di fallimento del capitolo 13 costituirà solo un tale “riconoscimento scritto”, se il piano del capitolo 13 del debitore prevede il pagamento dell’indebitamento ipotecario. Se il debitore “cede” la proprietà, tuttavia, non esiste tale riconoscimento e il deposito del fallimento del Capitolo 13 non riavvierà lo statuto delle limitazioni.

SECONDA POSSIBILITÀ QUANDO PRECLUSIONE RESPINTO

DOPO la prescrizione SCADE

, oltre al già citato per il pagamento del pedaggio e re-start disposizioni, un’altra forma di sollievo per i Creditori e del Gestore è trovato in CPLR §205(a), il quale prevede che, ove la prescrizione scade in pendenza di un’azione che viene successivamente respinto, il creditore deve essere permesso di ricominciare la loro azione, a condizione che il servizio è effettuato al convenuto entro il termine di sei (6) mesi dal licenziamento.

CPLR §205(a) non fornisce questo rilievo, tuttavia, in cui la preclusione è respinta per i seguenti motivi:

  • La mancanza di giurisdizione
  • Licenziamento “di merito”
  • licenziamento Volontario
  • il Mancato perseguimento

è imperativo che deve Mutuante/Servicer rilevare un difetto fatale in attesa di azione di preclusione, dopo lo Statuto delle Limitazioni è scaduto, che la preclusione non può essere ritirato, in modo da evitare di perdere il diritto di ri-iniziare l’azione ai sensi dell’CPLR 105(a).

FDCPA RESPONSABILITÀ

anche se New York CPLR prevede che la prescrizione è una “difesa affermativa”, che possono essere derogate se non sollevata dal Convenuto, sia servicer prestito e diritto imprese sono soggette alle disposizioni della Fiera del Debito collection Practices Act (FDCPA), che vieta espressamente la presentazione di una querela o anche minacciando di contenzioso per prescrizione del debito. Anche il deposito di una prova di reclamo in un capitolo 13 Fallimento può essere una violazione! Una mera “richiesta”, tuttavia, per il pagamento volontario è del tutto ammissibile.

MUTUI INVERSO

quando non ci sono i mancati pagamenti in connessione con i Mutui Inverso, ci sono altre impostazioni predefinite, tra cui la mancata soddisfazione dell’indebitamento a seguito della morte del Mutuatario, camere non-occupazione dei locali da parte del Mutuatario, il fallimento del Mutuatario di pagare le tasse immobiliari, acqua & fogna oneri, assicurazione e spese simili, e il fallimento del Mutuatario di mantenere le premesse. Proprio come un default di pagamento, questi tipi di default attivano il periodo di prescrizione di sei (6) anni che inizia a decorrere dalla data di default.

le RECENTI DECISIONI

  • Bank of New York Mellon v. Dieudonne, 171 A. D. 3d 34 (2d Dept 2019) – Annullata inferiore sentenze della corte di partecipazione che c’è stata nessuna accelerazione, nonostante una azione di preclusione è stata avviata, come risultato del Paragrafo 19 dello standard Fannie Mae Mutuo, che consente espressamente di reintegrazione, dopo l’accelerazione, fino all’entrata di una Sentenza di Preclusione.
  • Banca di N. Y. Mellon v Craig, 169 A. D.3d 627 (2d Dept 2019) – Annullate le sentenze dei tribunali inferiori che ritengono che la cessazione di un’azione precedente, senza alcuna ulteriore “azione affermativa”, agisce come una de-accelerazione del prestito.
  • Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se un prestatore mancava in piedi per precludere, quel prestatore mancava anche in piedi per accelerare, quindi l’accelerazione non era valida!
  • Edwards v Finanziamento LVNV, LLC (In ri Edwards), 539 BR 360 (Bankr ND Ill 2015). Deposito POC per il debito tempo sbarrato costituisce una violazione FDCPA.

Se avete domande o volete discutere, vi preghiamo di contattarci a [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.